Ananda Yoga

L’Ananda Yoga è un tipo di Hatha Yoga, che utilizza Asana (posizioni del corpo),  Pranayama (tecniche di respirazione), tecniche di meditazione e di rilassamento del corpo e della mente.

E’ stato sviluppato da Swami Kriyananda, discepolo diretto del grande Maestro Paramhansa Yogananda (Maestro spirituale conosciuto in tutto il mondo per aver scritto nel 1946 il classico spirituale “Autobiografia di uno Yogi”), dopo aver vissuto i suoi insegnamenti spirituali.

Swami Kriyananda rendendosi conto che il “vero yoga” è la “scienza della Realizzazione del Sé”, e che il suo vero scopo è l’unione dell’Anima Individuale con lo Spirito Universale,  era totalmente insoddisfatto dell’approccio puramente fisico dell’Hatha Yoga che vedeva insegnato intorno a se.

Egli decise, quindi,  di esplorare l’Hatha Yoga ad un livello molto più profondo, elaborando così l’Ananda Yoga, un sistema che si basa su una serie di principi e di insegnamenti spirituali.

L’Ananda Yoga è una “meditazione in movimento”, una “danza spirituale” nella quale ogni movimento viene eseguito con consapevolezza, lentamente e con grazia, partendo sempre dal proprio centro, cioè dalla spina dorsale.

Nella pratica dell’Ananda Yoga è importante il modo nel quale  si entra nell’asana,  quello in cui si sta nell’asana e quello nel quale si esce dalla posizione yoga, perché tutto ciò contribuisce a creare uno stato di coscienza che modifica positivamente lo yogi. Ogni Asana rappresenta uno stato di coscienza e potenzia il flusso della propria energia.

I movimenti dell’Ananda Yoga sono sempre rilassati: nulla viene mai forzato, poichè è proprio il rilassamento ad aumentare la consapevolezza della propria energia. Divenendo consapevoli del proprio flusso vitale, si impara a canalizzarlo, sperimentando in questo modo gioia ed armonia.

Le asana dell’Ananda Yoga risvegliano l’energia, rilassano la colonna vertebrale e lavorano in modo tale che l’energia si innalzi lungo la schiena  e raggiunga il cervello, donando  una esperienza di centratura e di elevazione. Si porta l’energia dalla periferia del corpo alla spina dorsale e poi al cervello, imparando a divenire consapevoli del proprio flusso di energia e imparando a canalizzarlo verso l’alto.

Nell’Ananda Yoga viene sempre richiesta la consapevolezza del respiro, perchè con il respiro rimuoviamo dal corpo pigrizia, irrequietezza e tensione.  L’uso cosciente del respiro favorisce ed equilibra gli effetti delle asana e ritira sempre più profondamente l’energia nella spina dorsale.

La pratica dell’Ananda Yoga conduce ad uno stato generale di benessere fisico e mentale.

Swami Kriyananda  ha poi introdotto nella pratica yoga l’uso del potente strumento delle affermazioni mentali(tanto raccomandato da Yogananda), come tecnica di elevazione della coscienza: ogni asana ha associata la sua specifica affermazione che viene ripetuta mentalmente, durante la pratica. Le affermazioni aiutano lo yogi a sintonizzarsi ancora più profondamente con lo stato di coscienza delle varie asana.

Trattandosi di movimenti sempre dolci, è un tipo di Yoga che può essere praticato da tutti, da persone di tutte le età. E’ particolarmente adatto a chi ha problemi alla schiena e alla colonna vertebrale e raccomandato alle donne in gravidanza.

Le lezioni (di gruppo o individuali) sono tenute da Ardas, che pratica ed insegna con entusiasmo questa disciplina da molti anni presso centri di arti terapeutiche e meditazione, centri benessere, centri spirituali.

Ogni lezione ha la durata di un’ora e mezzo.

Si pratica scalzi, con abiti comodi (possibilmente bianchi e non sintetici), a  stomaco vuoto (devono essere trascorse almeno 2 ore dal pasto).

Per informazioni sul corso di Ananda Yoga: cell 338 2907364